Autoritratto

Sposta i confini della comunicazione

Gruppo Atomix è una centrale creativa piazzata proprio nel cuore della città. Raccoglie suggestioni, recepisce linguaggi semprenuovi, si immerge nei trend del mercato. Poi li rielabora sotto forma di piani di comunicazione, idee e messaggi. Che arrivano dritti a destinazione, forti e chiari.

 

Gruppo Atomix lavora per creare brand experience, sviluppando intorno a ogni marchio un mondo di relazioni, emozioni, valori. Unisce la parte creativa e quella razionale, il cuore e il cervello, per dare vita a modelli di comunicazione su misura per ogni cliente.

Molte teste, una sola strategia

Dietro a ogni progetto elaborato da Gruppo Atomix c'è una visione globale. La comunicazione utilizza tecnologie, linguaggi, contesti diversi, valorizzandone le specificità e coordinandoli in un progetto unitario, con una direzione strategica ben definita.

Tramontato il modello della pubblicità top to bottom, oggi la comunicazione nasce da un continuo scambio di connessioni, suggestioni, esperienze. Gruppo Atomix affronta il mondo delle reti con una struttura organizzata in cinque divisioni, che offrono competenze e specializzazioni diverse, mantenendo una regia unitaria al centro di tutto.

Le divisioni

Le cinque divisioni possono operare separatamente, gestendo in autonomia singoli progetti; oppure coordinarsi per dare vita a progetti integrati.

Marketing & Advertising
È la divisione che si occupa della pubblicità tradizionale, dalla TV alla stampa, dalle affissioni al packaging. Per creare identità, lanciare prodotti, raccontare storie, vendere tanto.
Web marketing & Unconventional
Rete e social network, viral e guerrilla marketing, sms e tablet: ovvero, la tecnologia come una nuova opportunità per costruire relazioni.
Events & Meeting
Meeting, fiere, viaggi premio, corsi di formazione, rassegne musicali, road show: Gruppo Atomix fa succedere di tutto. E, regolarmente, è un successo.
Sales Promotion
Come intercettare il consumatore, dentro e fuori dal punto vendita? Con attività furbe e ben mirate: in store, sampling, concorsi, street marketing, viaggi premio e altro ancora.
Comunicazione per il sociale
È possibile mettere insieme comunicazione e sentimento? Soldi e solidarietà? Etica e visibilità? Sì, è possibile. Ed è anche molto, molto gratificante.
Team

Per le stanze della Centrale Creativa si aggirano professionalità, talenti e competenze di ogni tipo. Accomodatevi per conoscere alcune delle persone che vi lavorano.

 

 

Stefano Odorici L'uomo al timone
Quando non è in giro per clienti siede nell'ufficio presidenziale, che è occupato in gran parte da una scrivania delle dimensioni di un monolocale ingombra di cartelline, preventivi, brief e altri documenti non meglio identificati. Prima di lavorare in agenzia lavorava in un'altra agenzia. Ama la bicicletta, con cui divora chilometri nei weekend. Probabilmente gli avrete suonato col clacson la domenica mattina, mentre cercavate di superare uno di quei gruppi di ciclisti che si impossessano della strada e non si scansano neanche morti. Oltre a far innervosire gli automobilisti, fa scalate in montagna e gioca a tennis.
Paolo Alberti Sociale e altri mondi
Molti pubblicitari sono frustrati perché segretamente vorrebbero essere artisti o gente di spettacolo. Paolo no, lui queste cose le ha fatte per anni lavorando come manager con i grandi della lirica (Di Stefano, Ricciarelli, Bruson), del cinema (Sordi, Verdone) e della prosa (Albertazzi, Valeri, Preziosi). Dopodiché si è dedicato alla comunicazione tout court per realizzare i progetti più diversi. Ha viaggiato il mondo, ma alla fine adora passeggiare al mattino presto sui colli di Bologna. È un entusiasta della vita e crede nell’amicizia.
Umberto Abramo La strategia ha solide radici
Uomo di marketing da sempre, aveva un codice a barre già nella culla. Conosce tutti i tipi di frutta e verdura, quando i suoi clienti lo mettono alla prova non sbaglia mai: gli basta un morso per dire se la pesca viene da Ferrara o da Brisighella, se è stata coltivata in collina o in pianura, se l'agricoltore che l'ha raccolta era biondo oppure moro. È silenzioso come la campagna d'inverno , ma quando si arrabbia esplode come l’estate. Ha una grande passione per i bambini, che secondo lui rimangono il raccolto più importante di tutta una vita.
Elisabetta Guidastri La donna che ascolta, capisce, risolve
Segue da anni diversi clienti di livello nazionale, prevalentemente nel settore food, senza che questo riesca a intaccare la sua linea. Sa riconoscere a occhi chiusi 107 qualità di latte. Frequenta una scuola di teatro, grazie alla quale riesce a imparare a memoria lunghi monologhi e anche i brief più intricati. Ama le cose belle, soprattutto se sono fatte di ceramica. Se la sua faccia non vi è nuova probabilmente l'avrete incrociata a un cocktail o a qualche evento mondano, di cui è assidua frequentatrice.
Gianluca Maestrello La vita è un grande evento
Ci sono tanti manager seduti in platea, giacca cravatta tablet, venti paia di occhi rivolti verso la scrivania dove c'è un signore che parla. Quel signore è Gianluca. Si occupa di formazione e organizzazione eventi, anche se in realtà è tutta una copertura per occultare la sua vera attività, che è collezionare penne. Ne possiede una quantità impressionante, grazie alla quale conta di finire prima o poi sulla Settimana enigmistica nella rubrica Forse non tutti sanno che. Stremato da tutto questo raccontare, formare, collezionare ogni tanto si rilassa cucinando, leggendo e andando al cinema.
Chiara Odorici Promozioni, eventi e bicchieri tintinnanti
Se volete renderla felice portatela a una festa, una manifestazione, un road show, possibilmente con centinaia di persone, tintinnio di bicchieri e un rumore infernale di sottofondo. Adora organizzare eventi di ogni tipo, trovare location e scaricare le batterie del cellulare a forza di contattare gente. Quando non è al telefono è ai fornelli, impegnata a preparare un attentato alla linea dei suoi amici. Oppure sta organizzando il suo prossimo viaggio.
Federica Stagni Eventi a 360°
Laureata in Scienze della Comunicazione, è una grande organizzatrice di tutto: eventi aziendali, meeting, corsi di formazione e giù giù fino a feste e cene. Socievole, curiosa e determinata, è iperattiva come una trottola e testarda come un mulo: quel che inizia lo finisce, cascasse il mondo. Le sue due parole preferite sono “brigare” (trad.: fare cose, organizzare) e “spadellare” (trad.: cucinare per un sacco di amici). Ama stare in mezzo alla gente, fare shopping terapeutico, viaggiare e andare a cavallo. Colleziona Vogue: se in qualche mercatino trovate un numero degli anni 60 con Twiggy in copertina, la farete felice.
Luisa Tomasini Adesso, coordiniamoci
Segue clienti, coordina progetti. Diplomata in lingue, laureata in antropologia e in semiotica, parla correntemente un centinaio di lingue. Potrebbe sembrare il curriculum di un grigio topo da biblioteca. Errore! Da vera donna multitasking Luisa canta (forse l'avete sentita a qualche serata di pianobar), viaggia con lo zaino in spalla, cucina, organizza eventi culturali, si iscrive a decine di corsi, dal samba al trapezio alla meditazione tibetana. Tutti contemporaneamente.
Elisa Zuppiroli Grafica ad alto contenuto energetico
Avete presente il blocco dello scrittore, quelle persone terrorizzate davanti alla pagina bianca? Ecco, questo a Elisa non succederà mai. Si getta a capofitto su un fotoritocco, un annuncio stampa, un nuovo pack, seminando idee e risolvendo problemi con l'energia contagiosa di una grafica multitasking. Così multitasking che, fuori dalla Centrale, continua a farsi in dieci per essere, nell'ordine: mamma premurosa, esperta di fotografia contemporanea, lettrice di thriller e autobiografie, ciclista incallita. Quando può, prepara le valigie e parte per un viaggio. Quando proprio non riesce, si consola con un po' di shopping.
Paola Calabi Il mondo è una pagina bianca
È una spietata impaginatrice di tutto ciò che le passa sotto mano: cataloghi, bilanci, monografie, libri. Come conseguenza, quando appoggia gli oggetti sul tavolo di casa li mette perfettamente incolonnati e giustificati rispetto al bordo. La sua vita si snoda lungo la via Emilia: nata a Milano, felicemente adottata da Bologna, pendolare in Romagna dove condivide con il compagno la passione per il mototurismo e le vacanze al mare. È impegnata nel volontariato sociale, ama il teatro, il cinema e la cucina da entrambe le prospettive, quella della cuoca e quella della gourmet.
Stefania Caron La ragazza con tutti i numeri
Siede proprio nel cuore dell'agenzia, da dove ha tutto sotto controllo. Sa chi entra, chi esce, chi telefona e soprattutto custodisce i preziosi numeri della contabilità. Quando non è sepolta dalle fatture ama fare sport, da quelli più canonici come nuoto, pallavolo e palestra a quelli più astrusi come kick boxing e krav maga, una tecnica di autodifesa israeliana di cui basta pronunciare il nome per far sparire ogni nemico. Le piacciono i cani, la compagnia ed è in perenne movimento. Una delle poche occasioni in cui si ferma è a ora di cena, possibilmente in una trattoria tipica dove servono della buona carne e del buon vino. Ama viaggiare con il vento alle spalle e il sole in faccia.
Luca Geraci Art di lungo corso
Appassionato canoista, ha navigato per vent’anni nel mare tumultuoso della pubblicità pagaiando tra rapide e momenti di secca. È stato art director in una lista di agenzie lunga così, ha insegnato computer grafica e messo le mani su alcune migliaia di campagne. Ama la nouvelle vague e il nuovo cinema italiano, oltre alla cioccolata extrafondente. Si mantiene in forma facendo caterve di sport, ma i maligni sostengono che abbia in soffitta un quadro che invecchia al suo posto.
Silvia Lo Schiavo La grafica col sorriso
È una grafica tuttofare, come il suo cognome lascia presagire. Affronta le emergenze quotidiane col suo carattere solare: dove gli altri si incupiscono, lei ci ride su. Poi si ricarica con lo shopping compulsivo, spendendo cifre orribili in orecchini e oggetti di design. Ama il calcio, il mare, gli animali, la creatività, l’amore. Odia le amarene e gli amaretti, i “so fare tutto io”, lavare i piatti, lo smog.
Alfredo Ranieri Grande signore dei visual
Fa il grafico, il web designer, all'occorrenza il visualizer, fotografo e video editor, insomma tutto ciò che è immagine. Ma dentro quest’anima creativa si annida un ragioniere pedante e insopportabile, che archivia in modo maniacale le cartelle con grande scherno dei colleghi. Nella sua versione Mr Hyde è un ex batterista, abbonato a Rolling Stone, ama la musica alternativa, il buon cinema e le serie tv americane. Come Dr Jekyll invece fa il papà a tempo pieno e adora svegliarsi alla mattina col profumo della moka.
Alessio Atti Grafica e altre golosità
È allenatore ed ex giocatore di football americano, il suo motto è No pain, no gain. Quindi se avete intenzione di attaccare briga, noi vi abbiamo avvisato. Oltre ai campi di football ha calcato la scena pubblicitaria per vent’anni facendo più o meno tutto: ha lavorato come grafico, fondato studi e agenzie, collaborato con grandi aziende e con professionisti di livello nazionale. Lavora al computer ma si trova decisamente a suo agio davanti ai fornelli, magari con le figlie a fianco e le lasagne in forno. Se avete un’urgenza lavorativa e vi serve una consegna impossibile, potete corromperlo con una raviola alla mostarda.